Ek sham, una poesia di Muhammad Iqbal

Stelle-Van-Gogh

 UNA SERA

Silente davvero è la luce lunare,

 Silenti sono i rami degli alberi,

 Silenti i musicanti della valle,

 Silenti le verdi creature dei monti.

 La natura tutta tutta inebriata

 Riposa nel grembo della notte.

 Tale è l’incanto di questo silenzio

 Che persino il Neckar s’è fermato.

 Silente è la carovana delle stelle,

 Una carovana senza le campanelle.

 Silenti le colline, il fiume e la valle:

 La natura s’è persa in contemplazione.

 Oh, mio cuore! anche tu troppo silente,

 Soffoca il dolore nel tuo seno e dormi.

Poesia tratta da Bang-i Dara di Muhammad Iqbal (Sialkot, 9 novembre 1877 – Lahore, 21 aprile 1938).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...